Il colore perde il significato di “macchia” per assumere quello di “traccia creativa” che si disperde sul pavimento, sui muri, sui vestiti….vasta rossQuanto il luogo di lavoro privato ci racconta dell’artista?
Chi ha avuto almeno una volta la possibilità di varcare il confine del pubblico ed inoltrarsi in quel luogo dell’anima che è il laboratorio di un artista non può che aver vissuto un’esperienza indimenticabile.
Si entra silenziosamente per non invadere l’intimità di quello spazio personale, fucina di alchimie e si esce con la sensazione di aver fatto un viaggio portando via con sé una visionaria energia.
Il laboratorio è il luogo della genesi delle idee che diventano colore, forma e la creatività svela il proprio percorso di gesti, saperi e sensibilità che si fondono in quello spazio; entrare in empatia con esso è vivere l’arte attraverso l’artista.
È la possibilità di accostarsi ad un’anima e portarsela via insieme alla sua opera.

GOOD LIFE
Cris

1 Comment on fucina di alchimie…

  1. daniela
    28 febbraio 2014 at 19:12 (6 anni ago)

    suggestioni …nell’arte di uno spazio senza tempo

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *