La designer India Mahdavi ha collaborato con Dior su una gamma in edizione limitata di bottiglie di profumo J’adore, realizzate a mano da artigiani di Murano.

India Mahdavi, la regina del mondo dell’interior design; figlia di padre iraniano e di madre egiziana, è la decoratrice francese più internazionale. Cresciuta negli Stati Uniti, si è dapprima trasferita in Germania prima di approdare in Francia, dove ha studiato architettura. Si è imposta in poco più di vent’anni per i suoi interni contemporanei e vibranti di colori. I suoi progetti di interior sembrano set di film in cui ogni oggetto, colore e trama contribuiscono a creare un’emozione cinematografica. La maggior parte della sua produzione di design, sia per il suo marchio che per i marchi dei clienti, è fatta a mano o personalizzata da artigiani francesi. India, impone il suo stile inimitabile, mescolando stili e adattandosi ai gusti dei clienti di tutto il mondo.

India Mahdavi

Questa volta, la Mahdavi ha applicato la sua originale creatività alla bottiglia di profumo J’adore di Dior.

Freschi della loro collaborazione al Salone del Mobile 2021, dove India Mahdavi è stata tra i 17 creativi a reinterpretare la sedia Dior “Medallion”; la designer e la maison si sono uniti ancora una volta, per reimmaginare un altro iconico oggetto Dior: il flacone di profumo storico del la Maison.

Lanciato per la prima volta nel 1999, il particolare design del flacone J’adore è sempre risaltato sugli scaffali delle profumerie, con la sua linea a goccia con collo a coste dorate. L’originale boccetta J’adore, realizzata da Maestri vetrai francesi, richiama sia i vasi dell’antichità che le silhouette a vita stretta del rivoluzionario “New Look di Dior“. Il design di Mahdavi mantiene la struttura di base della bottiglia J’adore, ma con una nuova, interessante svolta.

La tiratura di 1.000 bottiglie è stata realizzata da maestri vetrai Salviati di Murano.

Il nuovo design della bottiglia è un oggetto di squisita fattura: soffiato a mano, lucidato a mano e rifinito con una delicata applicazione di oro zecchino ed esprime le caratteristiche più emblematiche dell’artigianato muranese. L’arte vetraia di Murano è mondialmente riconosciuta per la sua produzione di opere artigianali pregiate e uniche. Gli artisti vetrai si sono susseguiti di generazione in generazione portando avanti le loro attività artistiche nel tempo, sempre legati alla tradizione. Da secoli Murano è la Capitale dell’artigianato artistico in vetro e ha sempre cercato di mantenere la sua supremazia mondiale e di ben custodire i suoi segreti di lavorazione.

Il design della bottiglia di profumo J’adore di Dior in edizione limitata.

Per il design del nuovo flacone India Mahdavi unisce qualità morbide e rotonde in un movimento ipnotico e senza fine. La decorazione a spirale dell’oro zecchino si avvolge sensualmente attorno alle curve del collo della bottiglia del profumo J’adore; abbracciando audacemente l’iconico flacone e celebrando la brillante lavorazione artigianale. “L’anfora tentatrice“, come la definisce Dior, è pensata per riflettere la natura sensuale del profumo J’adore stesso. 

La fragranza è una miscela di rosa centifolia, gelsomino sambac e ylang-ylang, accentuata da note di cremoso legno di sandalo e un’esplosione di brillante tuberosa. È una composizione che unisce gli opposti, che trasforma note floreali iconiche in un insieme seducente. Ma non dimentichiamo il significato letterale che definisce il profumo J’adore: un grido del cuore, l’espressione di un’emozione, di fronte a qualcosa che fa appello a tutti i nostri sensi, ci seduce e ci rapisce.

Questo significato e la tradizione della maison hanno guidato l’ispirazione creativa di India Mahdavi che ha poi cercato le migliori maestranze artigianali del mondo per realizzare la sua opera. E noi non possiamo che esserne orgogliosi!

Cris…VeryCris

Potrebbe interessarti anche – Made in Italy, oggi vi racconto la storia…

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]